25/02/2004 279 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 25/02/2004 -------------- Numero: -- 279 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Orsola Spiezia ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Massima:

 

  • L’’installazione: di un capannone prefabbricato della lunghezza di mt. 13 per esporre, in luogo riparato, attrezzature da campeggio; di un bungalow per uso ufficio ed abitativo; di due tensostrutture di oltre mt. 10 di lunghezza con base in cemento e tiranti in acciaio configura, a prescindere dalla mera possibilità tecnica della loro amovibilità, un vero e proprio intervento edilizio, soggetto alla necessità della concessione edilizia e, quindi, alla sanzione della demolizione ex art. 7 L. n. 47/85, non potendosi ravvisare in tali casi in un’ipotesi di manufatto precario e cioè stagionale, né di esposizione a cielo aperto soggetta (all’’epoca dell’’abuso) a semplice autorizzazione edilizia, per il solo fatto che le strutture in questione sono solo “appoggiate” al suolo.
  • Non vi è alcuna contraddittorietà tra il provvedimento di rimozione di citati manufatti e la licenza commerciale rilasciata già da tempo per tale attività, poiché l’’abilitazione all’esercizio dell’attività commerciale attiene ad ambito diverso da quello del corretto esercizio dello jus aedificandi e non consente di realizzare interventi edilizi non conformi alle prescrizioni urbanistiche sia pure strettamente connessi all’attività di vendita di tale genere di attrezzature.

 



Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze


sentenze e Tar Emilia Romagna