27/05/1997 4704 Roma Corte di Cassazione

Benvenuto
Autorità:-- Corte di Cassazione

Data:-- 27/05/1997 -------------- Numero: -- 4704 -------------- Sede: -------------- Roma

Relatore:-- Bucciante ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Marconi

Premassima:

*



Massima:
  1. I progetti di ingegneria consistono nel prodotto di un’opera per definizione intellettuale, da non confondere con quel “complesso di grafici, disegni, calcoli ecc.”, che rappresenta il corpus mechanicum in cui essa si estrinseca, per poter essere utilizzata dal committente.
  2. La redazione di un progetto di ingegneria dà luogo ad un’obbligazione “di mezzi” e il prodotto della prestazione costituisce l’esito di un “lavoro intellettuale oggetto del contratto, che resta un bene immateriale”, benché “si estrinsechi in una cosa”, la quale costituisce un “mero strumento di espressione”, per cui non vi è onere di denuncia di vizi o difformità nei termini di cui all’art. 2226 del codice civile.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze


Corte di Cassazione e Roma