29/05/2013 101 Roma Corte Costituzionale

Benvenuto
Autorità:-- Corte Costituzionale

Data:-- 29/05/2013 101 Roma Corte Costituzionale -------------- Numero: -- 101 -------------- Sede: -------------- Roma

Relatore:-- Mattarella ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Gallo

Premassima:

Il principio della “doppia conformità” per la sanatoria edilizia non è derogabile dalle Regioni



Massima:
  • In tema di rilascio di titoli abilitativi in sanatoria, il principio della c.d. “doppia conformità”, previsto dall’art. 36 del d.P.R. n. 380 del 2001, (secondo cui “il responsabile dell’abuso, o l’attuale proprietario dell’immobile, possono ottenere il permesso in sanatoria se l’intervento risulti conforme alla disciplina urbanistica ed edilizia vigente sia al momento della realizzazione dello stesso, sia al momento della presentazione della domanda”), non può essere derogato da disposizioni normative regionali.
  • Le norme tecniche antisismiche in materia di costruzioni rientrano tra quelle alle quali deve essere conforme  l’intervento edilizio per beneficiare della sanatoria ex art. 36 d.P.R. 380/2001.
  • Sono costituzionalmente illegittimi gli articoli 5, commi 1, 2 e 3, 6 e 7 della legge della Regione Toscana 31 gennaio 2012, n. 4 che consentono il rilascio del permesso di costruire in sanatoria per interventi edilizi che siano rispettosi delle sole norme antisismiche vigenti al momento della realizzazione dell’intervento medesimo e non anche di quelle in vigore alla data della presentazione della domanda di accertamento in conformità.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze