24/12/2009 8757 Roma Consiglio di Stato

Benvenuto
Autorità:-- Consiglio di Stato

Data:-- 24/12/2009 -------------- Numero: -- 8757 -------------- Sede: -------------- Roma

Relatore:-- Vito Carella ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Gaetano Trotta

Premassima:

Gli oneri di urbanizzazione sono dovuti a prescindere dalla situazione urbanizzativa delle zone



Massima:
  • Un accordo transattivo, al pari di una convenzione di lottizzazione, a causa dei profili di stampo pubblicistico che si accompagnano allo strumento dichiaratamente contrattuale, rappresenta un istituto di complessa ricostruzione, e tuttavia la giurisprudenza è concorde nel ritenere che esso rappresenti l’incontro di volontà delle parti contraenti nell’esercizio dell’autonomia negoziale retta dal codice civile: tale assunto conserva validità anche nelle ipotesi in cui alcuni contenuti dell’accordo vengano proposti dall’amministrazione in termini non modificabili dal privato. Quest’ultima circostanza, neanche esclude che la parte che abbia sottoscritto la convenzione, conoscendone il contenuto, abbia inteso aderirvi e ne resti vincolata, salvo il ricorso agli strumenti di tutela in caso di invalidità del contratto (Consiglio Stato, sez. IV, 28 luglio 2005 , n. 4014).
  • Gli oneri di urbanizzazione stabiliti in via generale sono dovuti a prescindere dalla situazione urbanizzativa delle zone in cui ricadono i singoli interventi, adempiendo essi all’esigenza della partecipazione patrimoniale dei privati interessati al pregiudizio economico gravante sulla collettività comunale per effetto della trasformazione del territorio (Cons.St, V, 21 aprile 2006 n. 2258).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze