24/02/2006 216 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 24/02/2006 -------------- Numero: -- 216 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Testori ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Perricone

Premassima:

Approvazione delle varianti agli strumenti urbanistici generali. Necessità dell’intervento regionale nel procedimento di approvazione.



Massima:
  1. Dalla legge statale n. 47/85 si desume il principio generale secondo cui spetta alla regione il controllo su tutti i provvedimenti comunali in materia urbanistica, ad eccezione di quelli che, in quanto espressamente contemplati, debbono essere sottoposti a procedura semplificata di approvazione. Ne consegue che sono da ritenersi abrogate le norme regionali che si pongano in contrasto con tale principio, ivi compreso l’art. 15 L.R. n. 47/78, nel testo novellato dall’art. 11 L.R. n. 23/80, nella parte (commi 4° e 5°) in cui, in determinate ipotesi (non riconducibili, peraltro, a quelle delineate dagli artt. 24 e 25 L. n. 47/85), non prevede l’intervento regionale nel procedimento di approvazione delle varianti agli strumenti urbanistici generali. (Cfr, nello stesso senso, C.d.S. 28 febbraio 1990 n. 131 e 22 novembre 2004 n. 7618).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze