24/01/2005 85 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 24/01/2005 -------------- Numero: -- 85 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Calderoni ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Massima:
  • E’ illegittima la delibera del consiglio comunale che pretenda di dettare l’interpretazione autentica di una norma di attuazione dello strumento urbanistico generale vigente, in quanto il piano regolatore generale è il risultato di un procedimento complesso, nel cui ambito alla fase dell’adozione, di competenza comunale, segue la fase dell’approvazione, spettante alla regione o all’autorità da essa delegata, sicché il solo comune non ha la potestà di incidere, in maniera vincolante e unilaterale, sulla portata dispositiva di una prescrizione urbanistica senza il concorso di una convergente determinazione delle altre autorità competenti alla formazione del piano (cfr. T.A.R. Campania Napoli, sez. I, 12 settembre 1995, n. 308 e, circa la necessità di siffatta concorrenza, anche: T.A.R. Lazio, sez. I, 23 ottobre 1985, n. 1207).
  • Le finalità perseguite dalla normativa in materia di vincoli cimiteriali sono sostanzialmente tre: garantire la futura espansione del cimitero; garantire il decoro di un luogo di culto; assicurare una cintura sanitaria attorno a luoghi per loro natura insalubri (cfr. T.A.R. Liguria, 1^, 9 luglio 1998 n. 373; id., 6 novembre 1995 n. 320).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze