22/09/2004 3453 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 22/09/2004 -------------- Numero: -- 3453 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Trizzino ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Perricone

Premassima:

Massima:

1. Non costituisce vincolo preordinato all’esproprio, ma è espressione della potestà conformativa propria dello strumento urbanistico, non soggetta a decadenza, né a indennizzo, la destinazione di un’area a “Zona omogenea G – Zona per verde pubblico attrezzato – V”, disciplinata dall’art. 27 N.T.A. del Comune di Bologna, e in minima parte in zona stradale e per trasporti urbani in sede propria, disciplinata dall’art. 21 delle medesime N.T.A. Infatti, in base all’articolo 27 delle N.T.A., nelle zone destinate a verde pubblico attrezzato le attrezzature consentite potranno essere realizzate e gestite, oltre che dal Comune e da altri enti pubblici, anche dai privati sulla base di una convenzione con il Comune; sono, inoltre, consentiti interventi di nuova costruzione in base a un indice di utilizzazione fondiaria dell’area pari a 0,002 mq/mq. Tale destinazione comporta, quindi, l’attribuzione di una vocazione edificatoria (ancorché modesta e specifica) dell’area, la cui realizzazione è attuabile anche da privati.



Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze