22/09/2004 3453 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 22/09/2004 -------------- Numero: -- 3453 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Trizzino ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Perricone

Premassima:

Massima:

1. Non costituisce vincolo preordinato all’esproprio, ma è espressione della potestà conformativa propria dello strumento urbanistico, non soggetta a decadenza, né a indennizzo, la destinazione di un’area a “Zona omogenea G – Zona per verde pubblico attrezzato – V”, disciplinata dall’art. 27 N.T.A. del Comune di Bologna, e in minima parte in zona stradale e per trasporti urbani in sede propria, disciplinata dall’art. 21 delle medesime N.T.A. Infatti, in base all’articolo 27 delle N.T.A., nelle zone destinate a verde pubblico attrezzato le attrezzature consentite potranno essere realizzate e gestite, oltre che dal Comune e da altri enti pubblici, anche dai privati sulla base di una convenzione con il Comune; sono, inoltre, consentiti interventi di nuova costruzione in base a un indice di utilizzazione fondiaria dell’area pari a 0,002 mq/mq. Tale destinazione comporta, quindi, l’attribuzione di una vocazione edificatoria (ancorché modesta e specifica) dell’area, la cui realizzazione è attuabile anche da privati.



Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze