22/06/2005 2303 Torino T.A.R. per il Piemonte

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per il Piemonte

Data:-- 22/06/2005 -------------- Numero: -- 2503 -------------- Sede: -------------- Torino

Relatore:-- Baglietto ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Gomez de Ayala

Premassima:

Vincolo derivante da una fascia di rispetto stradale.



Massima:
  • A norma dell’art. 19 L. 6/8/1967 n. 765, le distanze stabilite dal D.M. 1/4/1968 n. 1444, emanato in attuazione dello stesso art. 19, non si applicano alle strade vicinali soggette a pubblico transito, sempre che esse non risultino iscritte in alcuna delle categorie delle strade demaniali elencate dagli artt. 1, ss. L. 12/2/1958 n. 126.
  • La circostanza che una strada privata sia gravata da servitù di uso pubblico non vale di per sé a determinarne l’appartenenza al demanio stradale. Pertanto anche quando la strada vicinale è esterna al perimetro dell’abitato, essa sfugge comunque alla disposizione dell’art. 4 D.M. 1/4/1968 n. 1444.
  • In tema di sanatoria di abusi edilizi in applicazione della L. 28/2/1985 n. 47, la natura del vincolo derivante da una fascia di rispetto stradale differisce a seconda che le opere edilizie abusive siano state realizzate prima o dopo l’imposizione del vincolo. Infatti la possibilità di sanatoria, previa acquisizione del parere previsto dall’art. 32 legge citata, è ammessa soltanto nel primo caso, mentre essa resta esclusa nella seconda ipotesi, a sensi del successivo art. 33, comma 1, lett. d).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze