21/09/2005 1539 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 21/09/2005 -------------- Numero: -- 1539 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Di Benedetto ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Condono edilizio – decorrenza del termine di 120 giorni ex art. 35, comma 2, l. 47/1985



Massima:
  1. L’articolo 35, secondo comma, l. 47/1985 prevede che: “Per le costruzioni ed altre opere, ultimate entro il 1° ottobre 1983, la cui licenza, concessione od autorizzazione venga annullata, ovvero dichiarata decaduta o inefficace successivamente all’entrata in vigore della presente legge, il decorso del termine di centoventi giorni inizia dal giorno della notificazione o comunicazione alla parte interessata del relativo provvedimento“. Il riferimento alla parte interessata comporta che il suddetto termine decorre soltanto dalla comunicazione personale da parte dell’Amministrazione. Non può, pertanto, ritenersi equipollente alla comunicazione personale la notificazione della sentenza che ha annullato la precedente concessione edilizia, da parte del legale della controinteressata (e non da parte del Comune) che, su proprio ricorso, aveva ottenuto l’annullamento della precedente concessione edilizia in sanatoria.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze