21/09/2005 1538 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 21/09/2005 -------------- Numero: -- 1538 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Di Benedetto ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Impianti fissi di telefonia radiomobile – Competenze dei comuni



Massima:
  • La ripartizione di competenze tra Stato, Regioni ed Enti Locali, consente a questi ultimi di incidere sulla localizzazione degli impianti fissi di telefonia radiomobile esercitando competenze di natura urbanistico – edilizia nel quadro dei poteri pianificatori del territorio comunale attribuiti dalla legislazione e dalla Costituzione.
  • E’ illegittimo un regolamento comunale che, senza alcuna motivazione di tipo urbanistico – edilizio, prescrive un limite indifferenziato di distanza fissa di 150 ml. degli impianti fissi di telefonia radiomobile rispetto alle abitazioni ed a qualunque zona edificabile del PRG (aree A, B, C, F, G, H). Tale divieto costituisce, infatti, una inammissibile deroga ai limiti di esposizione fissati dallo Stato, cui è riservata la disciplina degli interventi finalizzati a prevenire i rischi derivanti dalla esposizione ai campi elettromagnetici, che attiene alle fondamentali esigenze della salute, identiche per tutti i cittadini.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze