21/09/2005 1538 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 21/09/2005 -------------- Numero: -- 1538 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Di Benedetto ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Impianti fissi di telefonia radiomobile – Competenze dei comuni



Massima:
  • La ripartizione di competenze tra Stato, Regioni ed Enti Locali, consente a questi ultimi di incidere sulla localizzazione degli impianti fissi di telefonia radiomobile esercitando competenze di natura urbanistico – edilizia nel quadro dei poteri pianificatori del territorio comunale attribuiti dalla legislazione e dalla Costituzione.
  • E’ illegittimo un regolamento comunale che, senza alcuna motivazione di tipo urbanistico – edilizio, prescrive un limite indifferenziato di distanza fissa di 150 ml. degli impianti fissi di telefonia radiomobile rispetto alle abitazioni ed a qualunque zona edificabile del PRG (aree A, B, C, F, G, H). Tale divieto costituisce, infatti, una inammissibile deroga ai limiti di esposizione fissati dallo Stato, cui è riservata la disciplina degli interventi finalizzati a prevenire i rischi derivanti dalla esposizione ai campi elettromagnetici, che attiene alle fondamentali esigenze della salute, identiche per tutti i cittadini.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze