21/08/2006 4833 Roma Consiglio di Stato

Benvenuto
Autorità:-- Consiglio di Stato

Data:-- 21/08/2006 -------------- Numero: -- 4883 -------------- Sede: -------------- Roma

Relatore:-- Lodi ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Riccio

Premassima:

Riserva al Comune di una quota della capacità insediativa totale di una zona territoriale omogenea



Massima:
  • E’ illegittima la norma delle N.T.A. che riserva al Comune una quota del 50% della capacità insediativa totale di una determinata zona territoriale omogenea, al fine di predisporre “una forma di perequazione che può riservare alla P.A. una funzione di calmierazione e immediato utilizzo delle aree”. Una norma siffatta configura una forma di espropriazione del tutto atipica, non ricondotta e non correttamente riconducibile ad alcuna specifica norma delle leggi vigenti in materia. Non è dato, infatti, rinvenire alcuna disciplina, di fonte legislativa, che autorizzi una riserva di proprietà fondiaria alla mano pubblica – come quella prefigurata nella specie – al fine di contenimento dei prezzi, in un’ottica “dirigista” del mercato dei terreni edificabili. In assenza di specifica normativa primaria, la disposizione in parola si manifesta priva del supporto legislativo necessario per giustificare la compressione del diritto di proprietà, al di fuori delle garanzie previste in proposito dall’art. 42 della Carta costituzionale.
  • Al Comune – in base alla normativa vigente in materia – è attribuita la possibilità di espropriare mediante lo strumento dei piani attuativi, ma tale Ente non può, invece, “riservarsi” preventivamente l’acquisizione di aree con le modalità atipiche previste della disposizione in discorso.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze