21/06/2008 1988 Salerno T.A.R. per la Campania

Benvenuto
Autorità:-- Tar per la Campagna

Data:-- 21/06/2008 1 -------------- Numero: -- 1988 -------------- Sede: -------------- Salerno

Relatore:-- Gaudieri ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Portoghese

Premassima:

Danni da ritardato rilascio del permesso di costruire



Massima:
  • In applicazione dell’art. 1227, comma 2, del codice civile, non spetta il risarcimento del danno asseritamente derivato dal ritardato rlascio di un permesso di costruire, se i ricorrenti non hanno stigmatizzato il comportamento omissivo dell’amministrazione comunale, con gli strumenti consentiti dall’ordinamento, in materia di silenzio inadempimento, ed hanno perciò prestato acquiescenza al comportamento inerte e/o dilatorio del comune (cfr Cons. St. n. 957/04; n. 371/07).
  • In coerenza con l’orientamento giurisprudenziale maggioritario, va posta a carico dell’interessato la prova del danno subito, posto che di regola gli elementi probatori del pregiudizio sofferto sono nella esclusiva disponibilità del ricorrente: nel giudizio risarcitorio, pertanto, non può valere il criterio del principio di prova, essendo necessaria invece una prova piena e completa (Consiglio Stato, sez. VI, 12 marzo 2004 n. 1261). Come gia’ affermato da Consiglio di Stato, sez. VI, 5 agosto 2003 n. 4460, grava sulla parte ricorrente l’onere di dimostrare un danno certo nella sua verificazione e di fornire i criteri di quantificazione dello stesso, spettando un largo intervento di controllo e integrazione alla C.T.U. destinata all’effettiva quantificazione dell’azione risarcitoria.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze