21/06/2008 1988 Salerno T.A.R. per la Campania

Benvenuto
Autorità:-- Tar per la Campagna

Data:-- 21/06/2008 1 -------------- Numero: -- 1988 -------------- Sede: -------------- Salerno

Relatore:-- Gaudieri ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Portoghese

Premassima:

Danni da ritardato rilascio del permesso di costruire



Massima:
  • In applicazione dell’art. 1227, comma 2, del codice civile, non spetta il risarcimento del danno asseritamente derivato dal ritardato rlascio di un permesso di costruire, se i ricorrenti non hanno stigmatizzato il comportamento omissivo dell’amministrazione comunale, con gli strumenti consentiti dall’ordinamento, in materia di silenzio inadempimento, ed hanno perciò prestato acquiescenza al comportamento inerte e/o dilatorio del comune (cfr Cons. St. n. 957/04; n. 371/07).
  • In coerenza con l’orientamento giurisprudenziale maggioritario, va posta a carico dell’interessato la prova del danno subito, posto che di regola gli elementi probatori del pregiudizio sofferto sono nella esclusiva disponibilità del ricorrente: nel giudizio risarcitorio, pertanto, non può valere il criterio del principio di prova, essendo necessaria invece una prova piena e completa (Consiglio Stato, sez. VI, 12 marzo 2004 n. 1261). Come gia’ affermato da Consiglio di Stato, sez. VI, 5 agosto 2003 n. 4460, grava sulla parte ricorrente l’onere di dimostrare un danno certo nella sua verificazione e di fornire i criteri di quantificazione dello stesso, spettando un largo intervento di controllo e integrazione alla C.T.U. destinata all’effettiva quantificazione dell’azione risarcitoria.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze