20/11/2013 Roma Consiglio di Stato

Benvenuto
Autorità:-- Consiglio di Stato

Data:-- 20/11/2013 -------------- Numero: -- * -------------- Sede: -------------- Roma

Relatore:-- Dante D'Alessio ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Giuseppe Romeo

Premassima:

La ristrutturazione edilizia dopo il “decreto del fare”



Massima:
  1. Il legislatore, mediante le modifiche di recente apportate al T.U. dell’edilizia dal decreto legge 21/6/2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9/8/2013, n. 98 (cd decreto del fare), ha modificata la lettera d) del comma 1 dell’art. 3 del T.U. dell’edilizia, considerando (ora) fra gli interventi di ristrutturazione edilizia anche gli interventi «consistenti nella demolizione e ricostruzione con la stessa volumetria di quella preesistente», senza fare più riferimento al rispetto della sagoma precedente. Resta, però, fermo che deve sempre considerarsi nuova costruzione «la costruzione di manufatti edilizi fuori terra o interrati, ovvero l’ampliamento di quelli esistenti all’esterno della sagoma esistente» (lettera e.1 del comma 1 dell’art. 3 del T.U.) e resta ferma quindi la necessità del rilascio del permesso di costruire quando l’immobile ricostruendo ha una diversa sagoma ed occupa anche una diversa area di sedime.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze