20/04/2004 558 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- Tar Emilia Romagna

Data:-- 20/04/2004 -------------- Numero: -- 558 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Di Benedetto ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Massima:

 

  1. Costituisce un presupposto sostanziale della formazione del silenzio -assenso previsto dalla normativa regionale in materia di stazioni radio base di telefonie mobile, l’avvenuta presentazione del programma annuale delle installazioni.
  2. Compete alle Regioni ed agli Enti Locali il perseguimento di “obiettivi di qualità” che non possono però portare alla fissazione di valori-soglia diversi e contrastanti con quelli fissati dallo Stato, ma sono diretti alla indicazione di criteri di localizzazione, standard urbanistici, prescrizioni e incentivazioni all’utilizzo della miglior tecnologia disponibile, o alla cura dell’interesse regionale e locale all’uso più congruo del territorio, sia pur nel quadro dei vincoli che derivano dalla pianificazione nazionale delle reti e dai relativi parametri tecnici, nonché dai valori – soglia stabiliti dallo Stato.
  3. I provvedimenti del Comune debbono sempre rispettare la necessità di una sempre possibile localizzazione, anche alternativa, e non possono determinare l’impossibilità della localizzazione stessa. In ossequio alle sentenze della Corte Costituzionale n. 307 del 7 ottobre 2003 e 331 del 6 novembre 2003, va garantito il “giusto” contemperamento tra l’esigenza di installazione di nuovi impianti per garantire una integrale copertura del servizio di telefonia mobile, il rispetto della tutela della salute e le competenze in tema di governo del territorio.

 



Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze