19/11/2015 2453 Saerno T.A.R. per la Campania

Benvenuto
Autorità:-- Tar per la Campagna

Data:-- 19/11/2015 -------------- Numero: -- 2453 -------------- Sede: -------------- Salerno

Relatore:-- Giovanni Sabbato ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Amedeo Urbano

Premassima:

L’acquirente dell’immobile non è tenuto a pagare il contributo di costruzione (ma sulla questione si registrano decisioni in senso contrario)



Massima:
  1. Secondo una ricostruzione diffusa in sede giurisprudenziale, il contributo di costruzione è una obbligazione reale, che circola con il bene cui accede (ambulatorietà passiva), sicché nel caso di trasferimento del bene, essa grava sull’acquirente (T.A.R. Napoli, sez. VIII, 16 aprile 2014, n. 2170). Tale orientamento è stato propugnato anche in seconde cure, nel senso che trattasi in sostanza di obbligazioni connotate dall’inerenza alla cosa, anziché alla persona cui è rilasciato il permesso di costruire, sicché tutti coloro che partecipano alla costruzione e la utilizzano sono solidalmente obbligati verso il Comune al pagamento degli oneri in questione (Cons. Stato, sez,.V, n. 6333, del 12.07.2011). Ritiene il Collegio, tuttavia, di aderire al diverso orientamento giurisprudenziale, secondo cui è più coerente con il complessivo assetto della normativa oltre che intrinsecamente più razionale affermarsi che gli oneri di urbanizzazione sono dovuti dall’intestatario della concessione o da colui al quale essa è volturata e relativi eredi, ovvero da chi esegue le opere di trasformazione urbana, ma non anche dall’acquirente dell’immobile (TAR Napoli, Sez. III, 12 aprile 2007 / 18 luglio 2007, n. 6793).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze