19/10/2007 5466 Roma Consiglio di Stato

Benvenuto
Autorità:-- Consiglio di Stato

Data:-- 19/10/200 -------------- Numero: -- 5466 -------------- Sede: -------------- Roma

Relatore:-- Anastasi ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Maruotti

Premassima:

La repressione degli abusi edilizi su istanza di un privato è obbligatoria



Massima:
  • La persona che risiede nello stesso condominio è titolare di una posizione differenziata che lo abilita a contrastare il comportamento inerte tenuto dall’Amministrazione in relazione ad istanze volte a sollecitare l’accertamento di abusi edilizi riferibili ad altro condomino.
  • Il proprietario di un’ area o di un fabbricato, nella cui sfera giuridica incide dannosamente il mancato esercizio dei poteri ripristinatori e repressivi relativi ad abusi edilizi da parte dell’organo preposto, è titolare di un interesse legittimo all’esercizio dei medesimi poteri e può pretendere, se non vengano adottate le misure richieste, un provvedimento che ne spieghi esplicitamente le ragioni, con la conseguenza che il silenzio serbato sull’istanza integra gli estremi del silenzio inadempimento, sindacabile in sede giurisdizionale (cfr. per tutte IV Sez. n. 2857 del 2007).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze