19/01/2005 62 Genova T.A.R. per la Liguria

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per la Liguria

Data:-- 19/01/2005 -------------- Numero: -- 62 -------------- Sede: -------------- Genova

Relatore:-- Ponte ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Vivenzio

Premassima:

Massima:
  1. Se il regolamento edilizio comunale prevede un’altezza minima per i vani accessori (quali corridoi, disimpegni in genere, bagni, gabinetti, ripostigli ecc..) tale previsione detta un limite inderogabile per evidenti ragioni di salubrità ed abitabilità, e tale previsione deve, altresì, operare in caso di riduzione delle altezze dei vani accessori attraverso la realizzazione di controsoffittature; a quest’ultimo riguardo, infatti, con la realizzazione di tali opere si viene a ridurre lo spazio utilizzabile in altezza, con conseguente diretta ed immediata ricaduta sull’areazione ed abitabilità del vano stesso, da cui i connessi rischi per la salubrità dell’immobile a destinazione abitativa.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze