19/01/2005 62 Genova T.A.R. per la Liguria

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per la Liguria

Data:-- 19/01/2005 -------------- Numero: -- 62 -------------- Sede: -------------- Genova

Relatore:-- Ponte ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Vivenzio

Premassima:

Massima:
  1. Se il regolamento edilizio comunale prevede un’altezza minima per i vani accessori (quali corridoi, disimpegni in genere, bagni, gabinetti, ripostigli ecc..) tale previsione detta un limite inderogabile per evidenti ragioni di salubrità ed abitabilità, e tale previsione deve, altresì, operare in caso di riduzione delle altezze dei vani accessori attraverso la realizzazione di controsoffittature; a quest’ultimo riguardo, infatti, con la realizzazione di tali opere si viene a ridurre lo spazio utilizzabile in altezza, con conseguente diretta ed immediata ricaduta sull’areazione ed abitabilità del vano stesso, da cui i connessi rischi per la salubrità dell’immobile a destinazione abitativa.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze