18/10/2004 3647 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 18/10/2004 3647 Bologna T.A.R. per l'Emilia Romagna -------------- Numero: -- 3647 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Lelli ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Massima:
  1.  Un’azione inibitoria proposta a tutela della salute per immissioni elettromagnetiche esula dalla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo in materia dei servizi pubblici, come prevista dall’art. 33 d.lg. 31 marzo 1998 n. 80, in quanto l’esclusione dalla giurisdizione del giudice amministrativo delle “controversie meramente risarcitorie che riguardano il danno alla persona o a cose e delle controversie in materia di invalidità” non può che riguardare anche la tutela risarcitoria in forma specifica; la stessa azione esula altresì dalla giurisdizione esclusiva del g.a. ex art. 34 dello stesso d.lg. n. 80 del 1998 in materia urbanistica ed edilizia.
  2. Ai sensi dell’art. 33, comma 2, lett. e), d.lg. 31 marzo 1998 n. 80, come modificato dalla l. 21 luglio 2000 n. 205, nell’ambito dei pubblici servizi restano devolute alla giurisdizione del giudice ordinario le controversie meramente risarcitorie che riguardano il danno alla persona o a cose; pertanto la domanda volta al riconoscimento del danno derivante da illecito civile ai sensi dell’art. 2043 c.c., con la quale un dipendente denuncia la lesione del diritto alla salute derivante da attività di mobbing esercitata nei suoi confronti esula dalla giurisdizione amministrativa e va proposta avanti al giudice ordinario.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze