15/02/2005 146 Catanzaro T.A.R. per la Calabria

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per la Calabria

Data:-- 15/02/2005 -------------- Numero: -- 146 -------------- Sede: -------------- Catanzaro

Relatore:-- Chinè ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Esposito

Premassima:

Massima:
  • La disciplina sulle distanze, sia essa scolpita nel codice civile, nei regolamenti edilizi ovvero negli strumenti urbanistici, si applica alle sole costruzioni, ovvero a qualsiasi opera non interrata, avente i caratteri della solidità, stabilità ed immobilizzazione rispetto al suolo.
  • Presupposto essenziale affinché la disciplina sulle distanze trovi applicazione è la sporgenza del manufatto dal suolo, da riscontrare con riferimento al piano di campagna, cioè al livello naturale del terreno.
  • Il pericolo di creazione di intercapedini insalubri non sussiste a fronte di gradinate realizzate seguendo la naturale pendenza di un lotto, e comunque al di sotto del piano naturale di campagna misurato sulla linea di confine con il lotto del vicino.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze