15/02/2005 146 Catanzaro T.A.R. per la Calabria

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per la Calabria

Data:-- 15/02/2005 -------------- Numero: -- 146 -------------- Sede: -------------- Catanzaro

Relatore:-- Chinè ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Esposito

Premassima:

Massima:
  • La disciplina sulle distanze, sia essa scolpita nel codice civile, nei regolamenti edilizi ovvero negli strumenti urbanistici, si applica alle sole costruzioni, ovvero a qualsiasi opera non interrata, avente i caratteri della solidità, stabilità ed immobilizzazione rispetto al suolo.
  • Presupposto essenziale affinché la disciplina sulle distanze trovi applicazione è la sporgenza del manufatto dal suolo, da riscontrare con riferimento al piano di campagna, cioè al livello naturale del terreno.
  • Il pericolo di creazione di intercapedini insalubri non sussiste a fronte di gradinate realizzate seguendo la naturale pendenza di un lotto, e comunque al di sotto del piano naturale di campagna misurato sulla linea di confine con il lotto del vicino.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze