15/02/2005 145 Catanzaro T.A.R. per la Calabria

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per la Calabria

Data:-- 15/02/2005 -------------- Numero: -- 145 -------------- Sede: -------------- Catanzaro

Relatore:-- Chinè ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Esposito

Premassima:

Massima:
  • La motivazione dell’atto amministrativo di acquisizione al patrimonio comunale di un immobile abusivamente realizzato e dell’annessa area di sedime, non può prescindere dall’indicazione della concreta utilizzabilità delle opere e dell’area a fini pubblici, ma non richiede alcuna ponderazione tra interessi contrapposti (nel caso di specie era specificato che l’immobile acquisito poteva essere destinato, alternativamente, a parcheggio per automezzi del Comune ovvero concesso in fitto a privati per lo svolgimento di attività industriali. Il TAR, dunque, ha ritenuto correttamente motivato il provvedimento).
  • L’acquisizione del parere della commissione edilizia comunale non è prevista dall’art. 7, comma 5, l. n. 47/85, né può farsi discendere dalla necessità che l’opera abusiva non contrasti con rilevanti interessi urbanistici ed ambientali.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze