10/11/2005 1618 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 10/11/2005 -------------- Numero: -- 1618 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Lelli ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Perricone

Premassima:

Piano di recupero



Massima:
  1. Il piano di recupero ha, tipicamente, una certa flessibilità, coniugando la funzione di risanamento col rispetto, prevalentemente, delle preesistenti destinazioni. E’, quindi, illegittimo un piano di recupero che individui un capannone ad uso artigianale esistente quale unità minima di intervento, prevedendone la radicale modificazione della destinazione d’uso attraverso il riutilizzo dell’immobile con funzione residenziale. Tale previsione contrasta sia con le complessive finalità del piano di recupero, sia con la circostanza che alle zone limitrofe il piano ha assegnato una destinazione B3, cioè zona edificata residenziale con destinazione mista residenziale – commerciale – artigianale.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze