10/10/2005 1560 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 10/10/2005 -------------- Numero: -- 1560 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Calderoni ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Mutamento di destinazione urbanistica di un’area edificabile precedentemente ceduta in permuta ad un privato



Massima:
  1. Se il Comune, mediante una variante al P.R.G., classifica agricola un’area edificabile precedentemente ceduta in permuta ad un privato, tale perdita del carattere edificatorio, per un verso non incide sulla validità, sull’efficacia o sulla risolubilità dell’originario contratto di permuta e, per l’altro, non espone il Comune ad alcun obbligo risarcitorio nei confronti del privato cessionario, ove questi abbia avuto a disposizione – prima della variante al p.r.g. che abbia operato la modifica urbanistica peggiorativa – un lasso di tempo sufficientemente ampio per lo sfruttamento dei terreni a scopo edificatorio. (Cfr. Cass. 21 novembre 1983, n. 6933; 17/5/1976 n. 1738). (Nel caso di specie il TAR ha respinto il ricorso poiché erano intercorsi 20 anni tra la stipula del contratto di permuta e la successiva modifica comunale della normativa urbanistica).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze