04/10/2007 5171 Roma Consiglio di Stato

Benvenuto
Autorità:-- Consiglio di Stato

Data:-- 04/10/2007 -------------- Numero: -- 5171 -------------- Sede: -------------- Roma

Relatore:-- Eugenio Mele ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Paolo Salvatore

Premassima:

La convenzione di lottizzazione deve essere conforme alla deliberazione di approvazione del relativo piano di iniziativa privata



Massima:
  • La clausola della convenzione di lottizzazione che subordina il rilascio delle concessioni edilizie all’allontanamento o comunque alla dismissione dell’attività di un’industria insalubre, è valida ed efficace e non può essere eliminata dalle parti senza che prima non sia eliminata la deliberazione consiliare di approvazione del piano di iniziativa privata.
  • Il mancata avveramento, per qualsiasi ragione, di detta condizione (spostamento o cessazione dell’industria insalubre) determina il blocco delle prestazioni delle parti, per cui il lottizzante non può pretendere il rilascio delle concessioni edilizie (ora permessi di costruire). E ciò, sia perché così è previsto dalla convenzione sottoscritta dalle parti, sia perché la pubblica amministrazione, qualora rilasciasse le autorizzazioni edilizie, da un lato, si esporrebbe ad eventuali ricorsi di terzi per contrasto con il proprio precedente deliberato e, dall’altro, ciò configurerebbe una palese violazione dello strumento urbanistico in atto.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze