04/08/2011 1484 Lecce T.A.R. per la Puglia

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per la Puglia

Data:-- 04/08/2011 1484 Lecce T.A.R. per la Puglia -------------- Numero: -- 1484 -------------- Sede: -------------- Lecce

Relatore:-- Ettore Manca ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Rosaria Trizzino

Premassima:

In zona agricola non si può costruire uno stabilimento industriale destinato alla produzione ed alla commercializzazione di oli vegetali e nocciolino di sansa.



Massima:
  1. Un impianto per la lavorazione di sanse vergini, il cui processo tecnologico consiste nella estrazione, mediante particolari strutture di essiccazione ad aria calda, del nocciolino di sansa da utilizzare come combustibile, non è una attività strettamente connessa alla trasformazione di prodotti agricoli, bensì è una vera e propria attività industriale di secondo livello, che utilizza residui derivanti dalla lavorazione dell’oliva provenienti da opifici operanti su una vasta area territoriale e in cui la precedente lavorazione ne ha spezzato la diretta derivazione dalla produzione agricola in quanto tale. Invero, in tanto un impianto può essere considerato strettamente connesso con la trasformazione di prodotti agricoli in quanto l’aspetto industriale di trasformazione sia, per un verso, connesso alla chiusura del ciclo produttivo agricolo e, per altro verso, non sia prevalente, per modalità di approvvigionamento o di trasformazione, rispetto all’attività agricola in quanto tale.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze