03/11/2004 3693 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 03/11/2004 -------------- Numero: -- 3693 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Trizzino ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Perricone

Premassima:

Massima:
  1. La delibera del Consiglio Regionale dell’Emilia – Romagna 8.5.2002 n. 355 prevede, per gli impianti GPL, una distanza non inferiore a Km. 8. Tale norma regionale deve essere interpretata in coerenza con tali disposizioni e con quelle contenute nel Piano nazionale di cui al D.M. 31.10.2001: conseguentemente deve considerarsi legittima la previsione di specifiche distanze fissate per i distributori di GPL solo se tale differenziazione non impedisca il raggiungimento degli scopi prefissati e, in particolare, l’incremento dei servizi resi all’utente e la realizzazione di una articolata presenza del servizio di distribuzione carburanti su scala regionale. In quest’ottica, sulla base della lettera della norma regionale (punto 6.1) si deve ritenere che il legislatore regionale abbia inteso garantire la presenza di un distributore GPL almeno in ogni Comune e che la distanza minima fissata in misura superiore a quella prevista per gli altri carburanti, senza distinzione del territorio comunale in zone omogenee, sia giustificata – in considerazione della peculiarità del carburante e del numero più limitato di utenti – solo per l’apertura nel medesimo territorio comunale di altro impianto GPL.


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze