03/06/2005 767 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 03/06/2005 767 Bologna T.A.R. per l'Emilia Romagna -------------- Numero: -- 767 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Calderoni ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Massima:
  • Ai fini della decorrenza del termine per l’impugnazione di una concessione edilizia rilasciata a terzi, l’effettiva conoscenza dell’atto si ha quando la nuova costruzione rivela in modo certo ed univoco le essenziali caratteristiche dell’opera e l’eventuale non conformità della stessa al titolo o alla disciplina urbanistica. Pertanto, in assenza di altri univoci elementi probatori, il termine per l’impugnazione inizia a decorrere non dall’inizio dei lavori, ma dal loro completamento, a meno che non si sostenga l’assoluta inedificabilità dell’area o si producano censure rilevabili sin dalla fase iniziale dei lavori, come quelle sul rispetto delle distanze dal confine o dai fabbricati (cfr., da ultimo T.A.R. Veneto, Sez. II, 4 novembre 2004, n. 3840; T.A.R. Campania, Napoli, Sez. IV, 18 marzo 2003, n. 2637; Consiglio di Stato, sez. IV, 8 luglio 2002, n. 3805).
  • La piena conoscenza di un provvedimento si verifica, ai fini della decorrenza del termine per la sua impugnazione, con la conoscenza della sua esistenza e della sua lesività, mentre la successiva acquisizione del contenuto integrale e degli atti del procedimento legittima solo l’eventuale proposizione di motivi aggiunti, in relazione agli aspetti non conosciuti prima (cfr., TAR Veneto n. 3840/2004 cit.; Consiglio di Stato, sez. V, 7 marzo 1997 n. 214; sez. IV, 6 novembre 1998 n. 1462).
  • Ulteriori elementi da cui poter desumere la piena conoscenza dell’atto in capo all’interessato sono la stabile residenza in località attigua (T.A.R. Liguria, Sez. I, 18 settembre 2003, n. 1030) e la circostanza che il soggetto terzo, antecedentemente l’ultimazione dei lavori, abbia inoltrato all’amministrazione comunale un esposto avverso la concessione edilizia (T.A.R. Lombardia Milano, sez. II, 10 giugno 2002, n. 2445).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Post Type Selectors
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze