03/06/2005 767 Bologna T.A.R. per l’Emilia Romagna

Benvenuto
Autorità:-- T.A.R. per l'Emilia Romagna

Data:-- 03/06/2005 767 Bologna T.A.R. per l'Emilia Romagna -------------- Numero: -- 767 -------------- Sede: -------------- Bologna

Relatore:-- Calderoni ------------------------ -------------- Presidente: -------------- Papiano

Premassima:

Massima:
  • Ai fini della decorrenza del termine per l’impugnazione di una concessione edilizia rilasciata a terzi, l’effettiva conoscenza dell’atto si ha quando la nuova costruzione rivela in modo certo ed univoco le essenziali caratteristiche dell’opera e l’eventuale non conformità della stessa al titolo o alla disciplina urbanistica. Pertanto, in assenza di altri univoci elementi probatori, il termine per l’impugnazione inizia a decorrere non dall’inizio dei lavori, ma dal loro completamento, a meno che non si sostenga l’assoluta inedificabilità dell’area o si producano censure rilevabili sin dalla fase iniziale dei lavori, come quelle sul rispetto delle distanze dal confine o dai fabbricati (cfr., da ultimo T.A.R. Veneto, Sez. II, 4 novembre 2004, n. 3840; T.A.R. Campania, Napoli, Sez. IV, 18 marzo 2003, n. 2637; Consiglio di Stato, sez. IV, 8 luglio 2002, n. 3805).
  • La piena conoscenza di un provvedimento si verifica, ai fini della decorrenza del termine per la sua impugnazione, con la conoscenza della sua esistenza e della sua lesività, mentre la successiva acquisizione del contenuto integrale e degli atti del procedimento legittima solo l’eventuale proposizione di motivi aggiunti, in relazione agli aspetti non conosciuti prima (cfr., TAR Veneto n. 3840/2004 cit.; Consiglio di Stato, sez. V, 7 marzo 1997 n. 214; sez. IV, 6 novembre 1998 n. 1462).
  • Ulteriori elementi da cui poter desumere la piena conoscenza dell’atto in capo all’interessato sono la stabile residenza in località attigua (T.A.R. Liguria, Sez. I, 18 settembre 2003, n. 1030) e la circostanza che il soggetto terzo, antecedentemente l’ultimazione dei lavori, abbia inoltrato all’amministrazione comunale un esposto avverso la concessione edilizia (T.A.R. Lombardia Milano, sez. II, 10 giugno 2002, n. 2445).


Testo:



Non era la Sentenza che cercavi?

Continua La ricerca

Generic selectors
Cerca il Termine esatto
Cerca per titolo
Cerca nel contenuto
Search in posts
Search in pages
sentenza
Filtra per Categoria
Sentenze